Le collezioni di rose antiche di Boboli

Nel 1993 è stato eseguito il restauro dei giardini chiusi di Boboli, che ha compreso la ricostruzione di una collezione di rosai antichi, già ampiamente testimoniati nel Catalogo Generale del Reale Giardino di Boboli del 1847, che cita le ubicazioni delle rose all’interno dei giardini della Limonaia, della vasca dell’isola e del giardino del Cavaliere.  Attualmente il giardino vanta una collezione di circa 142 varietà di rose antiche.

Le rose antiche hanno quattro secoli di vita alle spalle: derivate per mutazione o incrocio spontaneo o artificiale dalle rose botaniche, quelle spontanee in natura, ci permettono un tuffo nel passato. Sono le rose pompose dei quadri dell’Ottocento, spesso dai fiori grandi, pieni, romantici, con profumi esotici che ricordano spezie e agrumi.

All’interno dei giardini segreti di Boboli si contano splendide composizioni di rose antiche appartenenti ai gruppi ‘Gallica’, ‘Damascena’, ‘Bourbon’, ‘Centifolia’, ‘Alba’, ‘Portland’, con un susseguirsi di profumi inebrianti, differenti e lontani da ciò che oggi ritroviamo nelle rose moderne in commercio. Disposte all’interno delle aiuole delimitate da basse siepi di bosso, più volte accompagnate da splendide peonie, agliacee ed altre bulbose, sono state accostate in base al colore del fiore, dai colori più tenui a quelli accesi della tonalità cremisi, conferendo a questi spazi un ricchissimo ed eccezionale comparto floreale. Dalla più bella rosa bianca del passato Mme Hardy, una damascena dal profumo intensissimo di muschio e spezie, caratteristica del suo gruppo di appartenenza, alla Mme Pierre Oger, una bourboniana che regala una massa incontenibile di corolle bianco rosate, fino ad arrivare al rosa carico della Chapeau de Napoleon, una centifolia inconfondibile per le frange imponenti che circondano e sommergono i suoi fantastici boccioli, che li fanno assomigliare al cappello a tre punte di Napoleone.

Ogni rosa ha la sua storia ed entrare ed ammirare questi giardini è come un tuffo nel passato glorioso di una pianta non a caso definita la regina dei fiori.

Rosa damascena ‘Mme Hardy’

Rosa bourboniana ‘Mme Pierre Oger’

Rosa centifolia ‘Chapeau de Napoleon’

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...